«Da sola l’Italia non può sopportare il flusso migratorio. In Europa c’è chi addirittura alza i muri e noi invece abbiamo mandato le navi della Marina militare a fare da taxi per gli immigrati. Il Governo Renzi deve battere i pugni in Europa. Lo ha fatto la Grecia che ha un volume di affari inferiore e non lo facciamo noi? Bisogna capire che l’Europa senza l’Italia non esiste. Abbiamo mandato i nostri figli in Afghanistan: possibile che per evitare gli sbarchi e le morti in mare non possiamo mandare una missione militare internazionale sulle coste libiche per bloccare le partenze? Sempre sulle coste della Libia si devono istituire dei centri di accoglienza dove si possano valutare le richieste di asilo: coloro che avranno diritto all’asilo devono essere distribuiti in tutta Europa e non solo in Italia. L’immigrazione è un problema di tutto il Continente, non solo della nostra Nazione. Se non facciamo in questo modo, continueranno gli sbarchi, i disagi per gli italiani e le morti in mare dei migranti».

Lo ha detto ad Atreju il deputato di Fratelli d’Italia, Ignazio La Russa, nel corso del dibattito sull’immigrazione con il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il capogruppo alla Camera di Forza Italia, Renato Brunetta.